Supplenze su Messa A Disposizione. Istruzioni MAD Docenti

Finalmente il Ministero dell’Istruzione ha chiarito le modalità e le procedure per l’anno scolastico 2020/21 che univocamente devono essere seguite dalle IISS per la nomina di docenti supplenti individuati in base a Messa a Disposizione.

Nota 4 Novembre 2020 prot. 34635 del Ministero dell’Istruzione e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente da MAD per l’a.s. 2020/2021

Nota Bene

«La nomina dell’aspirante da MAD può essere disposta esclusivamente dopo l’effettiva conclusione delle operazioni di nomina dalle GPS nell’ambito territoriale di riferimento e in quello nel quale è incluso lo stesso aspirante. È necessario altresì che siano esaurite le graduatorie di istituto della scuola interessata e delle scuole viciniori.»

Riportiamo la nota su Supplenze su Messa A Disposizione

“OGGETTO: Anno scolastico 2020/2021 – Istruzioni e indicazioni operative in materia di
supplenze al personale docente da MAD.


In relazione all’oggetto si segnala che pervengono richieste di istruzioni ed indicazioni
operative per la copertura di cattedre e ore non assegnate anche dopo la conclusione delle
operazioni previste dalla nota prot. n. 26841 del 5.9.2020, recante Istruzioni e indicazioni operative
in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A. per l’anno scolastico 2020/2021.
Al riguardo si ritiene che, per far fronte all’emergenza sanitaria in corso e al fine di
consentire alle scuole di attribuire le cattedre o le ore ancora disponibili, è possibile in via
eccezionale, limitatamente all’anno scolastico in corso, procedere alla nomina attraverso le MAD
dei docenti inclusi anche in GPS o in graduatorie di istituto di altre province.
La nomina dell’aspirante da MAD può essere disposta esclusivamente dopo l’effettiva
conclusione delle operazioni di nomina dalle GPS nell’ambito territoriale di riferimento e in quello
nel quale è incluso lo stesso aspirante. È necessario altresì che siano esaurite le graduatorie di
istituto della scuola interessata e delle scuole viciniori.
Si ringrazia per la collaborazione.”