Scuola, il deputato Andrea Vallascas attacca il ministro dell’Istruzione: “Bianchi deve chiarire la validità del green”.

Scuola, il deputato Andrea Vallascas, di Alternativa, interviene a proposito delle misure di gestione degli insegnanti non vaccinati e della risposta di alcuni uffici regionali a riguardo.

“È inaccettabile la continua discriminazione nei confronti del personale della scuola. In assenza di chiare indicazioni ministeriali, alcuni uffici scolastici regionali stanno riducendo i tempi di validità della certificazione verde da guarigione rilasciata ai soggetti inadempienti nei confronti dell’obbligo vaccinale”, spiega il deputato.

Arriva poi l’attacco a Patrizio Bianchi, ministro dell’Istruzione: “Bianchi deve chiarire che la validità del green pass per il personale della scuola non vaccinato è di sei mesi”.

“In particolare, l’ufficio regionale ha dato disposizione alle scuole di considerare inadempiente agli obblighi vaccinali il personale dopo 90 giorni dalla data di certificazione di positività non ha ricevuto alcuna dose del vaccino. Per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale primario il termine è invece di 120 giorni. Decorsi questi termini, gli insegnanti non potranno prestare servizio a contatto con gli alunni. Saranno impiegati in attività alternative che in molti casi comporta un grave demansionamento del personale” continua Vallascas.

“Ancora una volta si rischia di creare una profonda e non giustificata disparità di trattamento tra gli operatori della scuola. È necessario un chiarimento da parte del ministero dell’Istruzione per garantire una ripresa delle attività didattiche senza discriminazioni tra il personale”, conclude il deputato.

Rileggi le ultime news sulla Scuola.

Rileggi le ultime news di Politica Scolastica.

Articolo di Raffaele Francesco D’Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.