Scuola, Valditara “Va ricostituita l’alleanza fra genitori e scuola”

Scuola, Valditara "Va ricostituita l’alleanza fra genitori e scuola"

Scuola. Giuseppe Valditara: “+111% di violenze dei genitori contro il personale scolastico. I familiari non sono sindacalisti dei figli”.

Scuola. Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, è intervenuto con i dirigenti scolastici pugliesi a proposito dei casi sempre più frequenti di violenze nei riguardi degli insegnanti che animano la cronaca quotidiana.

“Rispetto allo scorso anno, in questi primi 4 mesi e mezzo registriamo un aumento del 111% degli atti di violenza commessi da genitori, parenti, nei confronti del personale della scuola. Mentre sono in leggera diminuzione gli atti di violenza commessi da studenti, -11%. Si nota un crescente scollamento tra famiglia e scuola”.

“Va ricostituita l’alleanza fra genitori, famiglie e mondo della scuola: dobbiamo avviare una battaglia innanzitutto culturale”, spiega il Ministro.

“C’è anche il momento della sanzione che deve riguardare innanzitutto quei genitori che non hanno capito che la scuola non è un’antagonista ma che la scuola è al servizio del propri figli. Allora ho proposto al ministro della Giustizia una norma che prevede che si possa agire in giudizio civilmente per ottenere una riparazione dei danni da immagine che l’istituzione scolastica ha subito”.

“Sempre più spesso – continua Valditara – si ha l’impressione che i genitori siano un po’ diventati dei sindacalisti, con tutto il rispetto per i sindacalisti. Ma un conto è rappresentare le istanze dei lavoratori un conto è rappresentare quelle dei propri figli”.

“Sindacalisti dei figli, dei ragazzi, è un ruolo improprio. Perché il genitore non dovrebbe considerare il figlio come una controparte ma dovrebbe considerare la scuola, il docente, il dirigente scolastico come un punto di riferimento fondamentale da cui passa il futuro dei propri figli”.

“È evidente – ha precisato – che la scuola non può essere un ospedale ma può essere un presidio dove emergono delle difficoltà e dove si ricorre a soggetti esterni per alleviare o prevenire determinate difficoltà”.

“Penso al caso di ieri di Varese (dove uno studente ha accoltellato un dirigente scolastico, ndr) dove probabilmente la presenza di un presidio di quel tipo avrebbe consentito di prevenire quella situazione”, conclude Valditara.

Articolo di Raffaele Francesco D’Antonio.

Resta sempre aggiornato su https://scuola.psbconsulting.it/news/

Autore