Scuola, Valditara: “La scuola mette al centro il valore della persona”

Scuola, Valditara: "La scuola mette al centro il valore della persona"

Scuola. Giuseppe Valditara sulla Giornata contro la violenza sulle donne “Diffondere la cultura del rispetto è una missione educativa fondamentale”.

Scuola. In occasione della Giornata contro la violenza sulle donne, il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha rilasciato un videomessaggio in cui esprime il suo pensiero sul ruolo attivo che le scuole devono avere nell’educazione di tutti.

“Oggi la facciata del Ministero dell’istruzione e del merito si illumina di rosso, rosso del sangue. Non sono solo casi di cronaca, sono vite strappate, lesione costante del diritto, una negazione quotidiana della dignità della persona, valore cardine della nostra società”.

“E’ evidente  che in prima linea di questa battaglia ci deve essere la scuola, la scuola costituzionale che mette al centro il valore della persona. La diffusione della cultura del rispetto basata sulla condivisione e sull’empatia è una missione educativa fondamentale”, spiega il Ministro.

“Per questo abbiamo annunciato il perfetto educare alle relazioni, educare all’affettività. E’ frutto di un grande lavoro di collaborazione con associazioni per famiglie, studenti, docenti, sindacati, ordine psicologi, hanno collaborato giuristi, pedagogisti“.

L’affettività, – continua Valditara la capacità relazionale non sono materie da lezione frontale, vanno irrorate nel confronto, nell’esplorazione di sé e dell’altro“.

“Ho firmato inoltre con il ministro della famiglia e della cultura il protocollo d’intesa su prevenzione e contrasto della violenza maschile nei confronti delle donne e della violenza domestica. Voglio sottolineare una delle iniziative nell’ambito del protocollo: il concorso per studentesse e studenti per la realizzazione di cortometraggi e video sul tema della violenza contro le donne“.

Per sconfiggere la piaga della discriminazione e della subcultura maschilista occorre costruire percorsi condivisi. Il messaggio deve andare oltre le 24 ore. Perché è inaccettabile e non accada mai più“, conclude Valditara.

Articolo di Raffaele Francesco D’Antonio.

Resta sempre aggiornato su https://scuola.psbconsulting.it/news/

Autore