Scuola, i socialisti sul ritorno in aula: “Urgente mettere in sicurezza gli ambienti chiusi nelle scuole”.

Scuola. I socialisti, attraverso una nota ufficiale, esprimono tutte le loro perplessità a proposito del ritorno a scuola e dei rischi che comporta per gli studenti.

In particolare, i responsabili del partito si rivolgono al ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, e al ministro della Salute, Roberto Speranza, affinché intervengano il prima possibile.

“A seguito della recrudescenza del virus covid nelle sue varianti, in diverse parti del mondo stanno ripartendo i lockdown. A settembre in Italia c’è il rischio che per la scuola pubblica tutto inizi esattamente come l’anno precedente”, si legge nella nota.

“Il grande lavoro fatto negli anni scorsi dal personale scolastico tutto, ha permesso di svolgere le lezioni con una certa sicurezza, ma ora è necessario che vengano emanate linee guida sulla qualità dell’aria nelle aule”.

“Noi socialisti da tempo sosteniamo come sia urgente mettere in sicurezza gli ambienti chiusi nelle scuole. Necessario per affrontare con tranquillità il prossimo anno scolastico 2022-2023. I Ministeri competenti sono quelli della salute e dell’istruzione. In assenza di linee guida, gli Enti Locali si troverebbero in difficoltà. Noi socialisti, quindi, sollecitiamo i Ministeri competenti ad agire subito”, conclude il comunicato.

Rileggi le ultime news sulla Scuola.

Rileggi le ultime news sulla Politica Scolastica.

Articolo di Raffaele Francesco D’Antonio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.