Scuola, D’Aprile: “Noi contro l’autonomia differenziata”

Scuola, D’Aprile: "Noi contro autonomia differenziata"

Scuola, Giuseppe D’Aprile: “Ci mobiliteremo ancora contro l’autonomia differenziata, no a scuole di serie A e B”.

Scuola. Il Segretario generale di UIL Scuola Rua, Giuseppe D’Aprile, è intervenuto durante l’Esecutivo Nazionale della UIL Scuola Rua subito dopo la votazione, conclusa con l’unanimità dei voti, contro l’autonomia differenziata.

“Saremo protagonisti del Comitato Promotore del referendum – promosso dalle Confederazioni UIL e CGIL – per abrogare la Legge Calderoli che rischia di mettere in ginocchio il Paese e non offre prospettive di crescita economica e sociale all’intero territorio nazionale. La scuola resta quella nazionale”.

“Ci mobiliteremo ancora, contro l’autonomia differenziata, faremo tutto quello che è legittimo a livello costituzionale per non rischiare di dividere il Paese”, continua D’Aprile.

“Non possiamo rischiare di avere una scuola di serie A e una scuola di serie B – insiste il Segretario generale – con stipendi, programmi, offerta formativa e organici diversi in 20 regioni”.

“Esistono dei diritti universali della persona, come l’istruzione, che non possono essere regionalizzati. Rappresentano il pilastro della dignità umana, dunque non possono finire nelle maglie delle variabili impazzite dei partiti che, a giro, governano una regione o un’altra”.“Le nostre scuole trovano, nella nostra Costituzione, la legittimazione piena della loro funzione, la garanzia della loro autonomia e indipendenza. Così mentre la politica tende a dividere, i sindacati uniscono e fanno integrazione”, conclude D’Aprile.

Articolo di Raffaele Francesco D’Antonio.

Resta sempre aggiornato su https://scuola.psbconsulting.it/news/

Autore