La 7° edizione del Pompeii Theatrum Mundi

La 7° edizione del Pompeii Theatrum Mundi

Dal 13 giugno al 13 luglio 2024, il suggestivo Parco Archeologico ospiterà la settima edizione del Pompeii Theatrum Mundi.

Dal 13 giugno al 13 luglio 2024, il Teatro Grande del Parco Archeologico di Pompei sarà il palcoscenico di una serie di incontri e eventi emozionanti, che offriranno al pubblico un coinvolgente viaggio attraverso la storia, l’arte e il teatro. Il Teatro di Napoli-Teatro Nazionale, sotto la direzione di Roberto Andò, in collaborazione con il Parco Archeologico di Pompei, guidato da Gabriel Zuchtriegel, presenta la settima edizione della rinomata rassegna teatrale POMPEII THEATRUM MUNDI. Questo eccezionale evento culturale e artistico è sostenuto dal Ministero della Cultura, dal Comune di Napoli, dalla Regione Campania e dalla Città Metropolitana di Napoli.

«Questa settima edizione di Theatrum Mundi – spiega Direttore generale del Parco Archeologico Gabriel Zuchtriegelcosì come la terza di Sogno di Volare (lo spettacolo degli attori adolescenti del territorio, andato in scena il 25 e il 26 maggio) e il secondo anno in cui il Ministero della Cultura promuove insieme al Comune di Pompei una rassegna di grandi concerti, dimostra che gli Scavi di Pompei sono un luogo “contemporaneo”».

Il programma dei Pompeii Theatrum Mundi

La rassegna Pompeii Theatrum Mundi offrirà al pubblico l’opportunità di emozionarsi con quattro spettacoli firmati da rinomati registi e artisti della scena nazionale e internazionale:

«Dalla ODISSEA CANCELLATA di Emilio Isgrò con la regia di Giorgio Sangati su installazione scenica “in situ” di Emilio Isgrò al DE RERUM NATURA di Fabio Pisano con la regia di Davide Iodice a EDIPO RE di Sofocle con la regia di Andrea De Rosa a FEDRA, Ippolito portatore di corona di Euripide con la regia Paul Curran il prestigioso programma di testi classici verrà presentato al pubblico in 12 sere d’estate in uno dei luoghi più belli al mondo».

Ogni spettacolo sarà in scena per tre serate, dal giovedì al sabato, con inizio alle ore 21. La settima edizione si aprirà con Odissea Cancellata, diretto da Giorgio Sangati, spettacolo che omaggia il grande artista e drammaturgo Emilio Isgrò. Con straordinaria ironia e originalità, l’opera di Isgrò rovescia gli stereotipi dell’epopea, partendo dall’antieroe Ulisse, intrappolato in un viaggio senza fine né inizio.

A questo seguiranno gli spettacoli:

  • DE RERUM NATURA (There is no planet B) | Dal 27 al 29 giugno. Liberamente ispirato al De Rerum Natura di Tito Lucrezio Caro. Ideazione, adattamento e regia di Davide Iodice;
  • EDIPO RE | Dal 4 al 6 luglio. Basato sull’opera di Sofocle. Traduzione di Fabrizio Sinisi, adattamento e regia di Andrea De Rosa;
  • FEDRA – Ippolito portatore di corona | Dall’11 al 13 luglio. Basato sull’opera di Euripide. Traduzione di Nicola Crocetti e regia di Paul Curran.

Con i suoi quattro titoli in programma, la rassegna estiva del Teatro Nazionale di Napoli si pone quindi come importante vetrina per inedite riletture e rivisitazioni di testi e opere classiche.

«Dunque – scrive il direttore Roberto Andò – la cancellatura di Isgrò come scrittura paradossale e filosofica, una scrittura che, impedendoci di vedere, eccita il fantasma di un’immagine che non possiamo più abitare, di una parola che non possiamo più leggere; la cecità di Edipo come abissale e tragica impossibilità della verità; la poesia di Lucrezio come ferita e rivelazione di ciò che è accaduto e potrebbe ancora accadere; la Fedra come tragedia della malattia mentale. Pompeii Theatrum Mundi continua a offrire visioni che nel nome del teatro sappiano declinare le tensioni del tempo in cui viviamo, e uno sguardo che sappia ricongiungere il passato al presente e al futuro».

Per ulteriori informazioni sul programma e acquisto biglietti visita il sito ufficiale: teatrodinapoli.it

Articolo a cura di Annarita Farias.

Autore