70 anni di Massimo Troisi: due nuovi film per celebrarlo ed omaggiarlo

In occasione del 70°anniversario della nascita del grande artista napoletano, due nuovi film per raccontare e ricordare Troisi: “Buon compleanno Massimo” e “Laggiù qualcuno mi ama”

Il 19 febbraio del 1953 nasceva, ai piedi del Signor Vesuvio, colui che è passato alla storia come un vero e proprio mito popolare, un “Pulcinella senza maschera” e un grande orgoglio per la città: l’immenso artista napoletano Massimo Troisi. Se il suo “cuore malandato” – come lui stesso lo definisce in una delle sue poesie – avesse retto in quella calda notte di giugno del 1994, il prossimo 19 febbraio Massimo Troisi avrebbe compiuto settant’anni. Per celebrare questo importante anniversario, sono in arrivo due nuovi film che racconteranno (e faranno ricordare) al pubblico un’anima che ha donato nuova vita al cinema italiano: Buon compleanno Massimo di Marco Spagnoli e Laggiù qualcuno mi ama di Mario Martone.

“Il mio Pulcinella vive per strada, fa l’amore, rammenda calzini, dorme sul seno. Non sai mai bene dove finisce la maschera e dove inizia l’uomo.“ – Massimo Troisi

Buon compleanno Massimo

Prodotto da Samarcanda Film in collaborazione con Rai Documentari e Regione Campania Film Commission, Buon compleanno Massimo è il film documentario di Marco Spagnoli che – attraverso testimonianze inedite, ricordi e riflessioni di familiari, amici e colleghi – racconta la vita, il lavoro, il genio e lo sguardo dell’amato artista di San Giorgio a Cremano. Il grande scrittore napoletano Maurizio De Giovanni guiderà lo spettatore in questo malinconico ed emozionante viaggio alla scoperta di una vita vissuta al “Massimo” dell’arte e dell’umanità: una storia sul cuore fisico, ma anche metaforico di uno dei più grandi artisti italiani del Novecento, sul suo rapporto con Napoli, sul suo sguardo pacato e sincero sulla vita e sul mondo, ma anche sulle ingiustizie e sulle grettezze dell’esistenza, che lui ripudiava in pieno”.

Ricordare Massimo Troisi nei giorni in cui avrebbe compiuto settanta anni è per me e per la Rai motivo di grande soddisfazione, alla quale si unisce un affetto sincero per uno straordinario personaggio, che, andandosene troppo presto, ci ha lasciato la sensazione di aver perso un amico prima ancora che uno dei più grandi attori e registi del dopoguerra” ha dichiarato Fabrizio Zappi, Direttore di Rai Documentari. “Questo documentario, che riesce a ritrarre la sua più autentica umanità oltre al suo straordinario talento artistico, nasce anche con l’ambizione di lenire questa ferita collettiva, restituendoci di Massimo una memoria più viva che mai”.

Buon compleanno Massimo arriverà in prima visione su Rai 3 il 17 febbraio 2023 alle ore 21.25 e sarà disponibile su RaiPlay dal 19 febbraio 2023.

Troisi è stato un rivoluzionario gentile: un artista unico e irripetibile capace di far ridere anche dicendo verità terribili e importanti legate alla società e alla politica. La morte di Troisi non ha niente a che vedere con la sua Arte: ci resta il rimpianto di pensare a quello che avrebbe potuto fare, ma quello che ha fatto, le tantissime interviste, gli sketch, i film restano. E lo faranno per sempre passando di generazione in generazione, perché Massimo Troisi appartiene al mondo e a chi vuole mettersi in ascolto di questo grande artista divertente, geniale, unico.” – Note di Regia di Marco Spagnoli

Laggiù qualcuno mi ama

Prodotto da Indiana Production, Vision Distribution e Medusa Film, in collaborazione con Sky, Laggiù qualcuno mi ama è il nuovo docu-film di Mario Martone (Nostalgia, Qui rido io, Il giovane favoloso), un coinvolgente omaggio al cinema di Massimo Troisi, uno dei più grandi registi italiani del Novecento.

“Montando le scene dei suoi film Martone vuole mettere in luce Troisi come grande regista del nostro cinema prima ancora che come grande attore comico, e per farlo delinea la sua parabola artistica dagli inizi alla fine, inquadrandolo nella temperie degli anni in cui si è formato e nella città comune ai due registi, Napoli.

Col montaggio dei film si intersecano alcune conversazioni, non con persone che frequentavano Troisi, ma con artisti che lo hanno amato e ne sono stati influenzati, come Francesco Piccolo, Paolo Sorrentino, Ficarra e Picone; critici che lo hanno studiato, come Goffredo Fofi e la rivista Sentieri selvaggi, e due tra gli artefici della sua opera postuma, Il postino, Michael Radford e Roberto Perpignani. Fa eccezione Anna Pavignano che con Troisi scriveva i suoi film e che Martone vuole incontrare per indagare i processi creativi da cui essi scaturivano, e che collabora al film mettendo a disposizione dei preziosi materiali inediti.” – Medusa film

Laggù qualcuno mi ama uscirà al cinema il prossimo 23 febbraio.

Laggiù qualcuno mi ama | Trailer ufficiale

Articolo a cura di Annarita Farias

Autore

1 thoughts on “70 anni di Massimo Troisi: due nuovi film per celebrarlo ed omaggiarlo

Lascia un commento