“Lista dei trofei” al prestigioso liceo Visconti di Roma

"Lista dei trofei" al prestigioso liceo Visconti di Roma

Cinque studenti del liceo hanno affisso, sul muro della loro aula, una lista di ragazze, molte delle quali minorenni, con le quali avevano avuto relazioni e rapporti intimi.

Rita Pappalardo, la preside del liceo, non ha alcuna intenzione di minimizzare, ha detto:

”A scoprire che quel foglio bianco, senza titolo, ma con un lungo elenco di nomi di ragazzine fosse in realtà una sorta di “lista delle conquiste” è stato un docente molto attento. Non è possibile ridimensionare quanto accaduto a una goliardata”.

Senza procrastinare sul da farsi, la preside ha organizzato un’assemblea scolastica straordinaria per discutere dell’accaduto.

I cinque studenti che hanno stilato la lista, presenti all’assemblea, hanno ammesso le loro colpe e si sono scusati per aver agito sconsideratamente.

Si riaccende il dibattito sull’educazione sessuale e affettiva nelle scuole.

Dello stesso parere della preside anche la deputata Michela Di Biase ed Emanuela Droghei, consigliera regionale, la quale ha voluto esprimere tutto il suo sdegno:

“Un elenco che evoca le peggiori pratiche di una cultura maschilista e misogina. Un gesto grave per il quale serve un immediato intervento. Fa bene la dirigente scolastica a dire che non si può ridimensionare questo atto a semplice goliardata. Al netto delle decisioni disciplinari che spettano alla scuola, questo episodio evidenzia la necessità di aumentare gli appuntamenti per sensibilizzare gli studenti sul tema del rispetto di genere. Questa volta si è andati oltre, ledendo la privacy e colpendo la dignità di queste ragazze che si sono trovate il loro nome scritto sul muro”.

In quanto ai provvedimenti da prendere nei confronti degli studenti sembra che, poiché sono prossimi agli esami di maturità, la preside stia pensando a una sospensione simbolica oppure all’abbassamento del voto in condotta nonché l’invito a partecipare alle attività di un’associazione antiviolenza.

Intanto, stando a ciò che si legge su “Repubblica”, alcune famiglie delle ragazze lese si starebbero “attivando con gli avvocati”.

Articolo di Flora Sannino.

Resta sempre aggiornato su https://scuola.psbconsulting.it/news/

Autore