L’AIDA SCUOLE E IL MOVIMENTO NAZIONALE DEI DSGA SI RIVOLGONO AI SINDACATI: È ORA DI PASSARE AI FATTI, NON BASTANO PIÙ LE PROMESSE!

Articolo a cura della Dott.ssa Agata Scarafilo

Di promesse le Organizzazioni Sindacali ne hanno fatte tante, estrinsecando un impegno serio nei confronti della giusta valorizzazione del profilo di Direttori dei Servizi Generali ed Amministrativi (DSGA), ma ora, affermano in una nota l’associazione “ AIDA – Scuole ” e il “Movimento Nazionale dei Direttori SGA”, è ora di passare ai fatti, dando concretezza agli impegni espressi ed esplicitati, altresì, nei manifesti pubblicati in occasione dello sciopero del 30 maggio 2022.

Così, con una nota congiunta, a firma della Dott.ssa Giuliana Sannito (presidente l’associazione AIDA) e della dott.ssa Carla Lettiero (segretario del Movimento nazionale DSGA), si è chiesto alle Organizzazioni Sindacali di dimostrare il sostegno alla categoria non sottoscrivendo l’ipotesi di Contatto. Una bozza, circolata dopo l’incontro svoltosi il 14/09/2022 presso le sedi ARAN, che a parere delle associazioni di categoria risulta essere: inadeguata, insufficiente, offensiva e vergognosa per un profilo professionale, come il DSGA, sul quale incombono numerose responsabilità a fronte, altresì, della richiesta di un’alta professionalità in materia giuridica, economica, fiscale e amministrativa.

Con una sorta di rassegna di quanto ogni Organizzazione Sindacale ha  affermato negli ultimi mesi in cui è incalzata la protesta dei DSGA (https://www.dsga-aida.it/wp-content/uploads/2022/09/ComunicatoOOSS.23.09.22.pdf), l’AIDA e il Movimento ricordano ad ogni sigla sindacale gli impegni assunti pubblicamente con il profilo (nota CISL SCUOLA a firma di Ivana Barbacci, nota  GILDA UNAMS a firma di Rino Di Meglio, nota UIL SCUOLA a firma di Pino Turi, nota SNALS CONFSAL a firma di Elvira Serafini, nota FLC CGIL a firma di Francesco Sinopoli).

Insomma, si rivendica semplicemente il “giusto” riconoscimento sia sul piano giuridico che economico, cosa che non può che concretizzarsi proprio nella previsione dell’Area Elevate Professionalità (E.P.) e nella collocazione al suo interno dell’unico Funzionario direttivo della Scuola: il Direttore SGA. A tale riguardo, c’è da aggiungere che molti DSGA stanno mandando anche singolarmente le richieste di chiarimento alle proprie organizzazioni sindacali.

Tutto ciò in considerazione del fatto che anche il Ministro della Funzione Pubblica Brunetta, in risposta all’interrogazione 4-10794, ha individuato, richiamando la modifica dell’articolo 52 del D.Lgs n. 165 del 2001, quale soluzione alla necessità di valorizzazione della figura professionale, proprio la collocazione dei Direttori SGA nell’ Area per l’inquadramento del personale di elevata qualificazione, la cui costituzione è ovviamente demandata alla Contrattazione Collettiva.

Dunque, è ora il momento dei fatti!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *