Scuola. attivo uno sportello gratuito a supporto delle famiglie disagiate. Associazioni in campo grazie al sostegno dell’Impresa Sociale Con i Bambini. Assistenza anche per l’attivazione di pec, spid e altri servizi online.

Al via a Napoli lo sportello gratuito per sostenere le famiglie nell’ iscrizione dei propri figli a scuola. Il processo è stato digitalizzato, già da alcuni anni, attraverso il portale del Ministero. Eppure sono ancora numerose le famiglie che non riescono a muoversi agevolmente tra dispositivi e piattaforme online. Lo sportello di consulenza informatica, senza alcun onere per i genitori, sarà attivo per alcune scuole della periferia orientale di Napoli. L’iniziativa è curata dall’associazione Arci Movie nell’ambito del progetto EduCare selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo. Fatto per il contrasto della povertà educativa minorile, è uno strumento di accompagnamento e supporto. Immaginato per tutti i genitori che non hanno alcuna familiarità con gli strumenti digitali.

Si seguono le famiglie non soltanto nell’iter di iscrizione dei giovani alla scuola. Gli operatori, infatti, sono a disposizione anche per l’attivazione dei servizi SPID e PEC. Ovvero la posta elettronica certificata.

Entrambi sono sempre più importanti per dialogare con la pubblica amministrazione e per accedere a una serie di piattaforme e portali web istituzionali, e non. Inoltre, lo sportello permette un supporto anche per conoscere gli strumenti Google. Ad esempio per l’attivazione e la gestione di una casella di posta Gmail – e per le richieste relative a bonus, sussidi e contributi pubblici.

Il punto di assistenza virtuale è svolto dagli operatori dell’associazione NEA Napoli Europa Africa – tra i partner del progetto EduCare – che dialogheranno con i genitori attraverso un appuntamento telefonico. In particolare, lo sportello sarà attivo per la platea delle famiglie di tre istituti comprensivi di Napoli Est: l’83° Porchiano Bordiga di Ponticelli, il 69° Stefano Barbato e il Madre Claudia Russo Solimena di Barra. I genitori possono contattare il numero di telefono 349 68 22 408 (anche WhatsApp) per prenotare l’appuntamento specificando il tipo di supporto di cui hanno bisogno. Il servizio, che si svolge a distanza, sarà attivo per tutto il mese di febbraio.

«La crescita culturale degli adulti e l’accompagnamento delle famiglie verso una cittadinanza sempre più consapevole sono elementi fondamentali per il contrasto alla povertà educativa», evidenzia Colomba Punzo, Dirigente Scolastico dell’istituto comprensivo 83° Porchiano Bordiga, che insiste: «L’alfabetizzazione digitale è aspetto essenziale della formazione culturale della persona e strumento Importante per la vita dell’individuo e del cittadino».

Una risposta concreta alle difficoltà dei genitori dei quartieri periferici di Napoli dove l’alfabetizzazione digitale riscontra particolare difficoltà, anche per i costi necessari ai vari dispositivi e servizi.

di Antonella Amato