Videoconferenza di presentazione dell’edizione 2020 di #ioleggoperché

La Ministra Azzolina,nel corso della videoconferenza, hainviato un messaggio:

Donare un libro a una scuola o a una biblioteca vuol dire piantare un seme che germoglierà infinite volte

L’iniziativa è un progetto sociale promosso e coordinato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) per la creazione e il potenziamento delle biblioteche scolastiche ed è da sempre molto promossa dal Ministero dell’Istruzione.

L’iniziativa, sostenuta anche dal MIBAC e dal l’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), dall’Associazione Librai Italiani (ALI), e dal Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai (SIL), si svolgerà in tutta Italia dal 21 al 29 Novembre.

Leggi il comunicato del Ministero dell’Istruzione #ioleggoperché

Riportiamo un breve estratto

“La lettura ci unisce, anche nei momenti più difficili. Un libro unisce sempre” ha detto la Ministra Azzolina durante il suo saluto, riferendosi allo slogan scelto per questa edizione e poi ha spiegato: “Sposo con entusiasmo l’iniziativa #ioleggoperché, che ha il nobile intento di promuovere la cultura e che contribuisce a garantire maggiori opportunità di lettura a tutte le studentesse e tutti gli studenti. Ringrazio l’Associazione Italiana Editori, che ogni anno la organizza ricevendo un largo sostegno da parte di Enti, Istituzioni, di docenti, dirigenti, librai, studenti, famiglie”. Infine, la Ministra ha sottolineato: “Donare un libro a una scuola o a una biblioteca vuol dire piantare un seme che germoglierà altrove, infinite volte. Mi auguro per questo una larga partecipazione”.