Le Nazioni Unite, dal 2014, organizzano la Giornata Mondiale delle Città: una ricorrenza alla quale possono partecipare anche gli istituti scolastici

La Giornata Mondiale delle Città è stata istituita dall’Organizzazione delle Nazioni Unite,  il 27 dicembre del 2013 con la Risoluzione A/RES/68/239, per portare avanti progetti e iniziative per uno sviluppo, sostenibile e innovativo, delle aree urbane. 

Shanghai, prima città ospitante

Questa giornata si celebra il 31 ottobre e la prima volta è stata nel 2014, città ospitante Shanghai (Repubblica Popolare Cinese). Megalopoli cinese aveva già ospitato Expo 2010, evento nel quale si è molto discusso della Futura Evoluzione delle Città

Better City, Better Life

Gli eventi sono sempre organizzati da Un-Habitat, il Programma delle Nazioni Unite per gli Insediamenti Umani, in coordinamento con la città ospitante (diversa ogni anno). Inoltre, per ogni edizione c’è un particolare sottotema, perché lo slogan centrale è sempre “Better City, Better Life” (La Migliore Città, il Migliore Stile di Vita). L’unica edizione italiana della Giornata Mondiale delle Città è stata nel 2015, a Milano, e il sottotema “Progettato per vivere insieme”. 

Adattare le città alla resilienza climatica

Per il 2021, la città ospitante è Luxor (Repubblica Araba d’Egitto). I partecipanti sono ospitati da Mostafa Madbouly, Primo Ministro d’Egitto. Il sottotema scelto per quest’anno è “Adattare le città alla resilienza climatica”. 

Cooperare per uno sviluppo sostenibile

É fondamentale che tutti i paesi del globo cooperino tra loro per cogliere insieme opportunità e sfide dell’urbanizzazione, contribuendo al contempo ad uno sviluppo sostenibile. L’ONU, infatti, si è posta come obiettivo di rendere tutte le città “inclusive, sicure, resilienti e sostenibili“. 

Il ruolo degli istituti scolastici nella Giornata Mondiale delle Città

Le scuole possono contribuire ad uno sviluppo organico ed inclusivo dei centri urbani portando avanti con ogni classe progetti e iniziative volte alla sensibilizzazione degli studenti su questi importanti temi.