Giornata Internazionale delle Lingue dei Segni: Intervista al docente LIS Luciano Barbarisi

Intervista Lingue dei Segni Luciano Barbarisi scaled

La LIS (Lingua dei Segni Italiana) è una lingua variegata, utilizzata dai sordi e riconosciuta, ufficialmente, dal 19 maggio 2021

La Lingua dei Segni è la lingua utilizzata per comunicare dai sordi. L’emissione di suoni viene sostituito tramite l’utilizzo di segni, realizzati con una o entrambe le mani. Anche i movimenti del corpo, dal busto in su, e le espressioni del viso sono importanti per la comunicazione. Quest’ultima, pertanto, si basa sulla visualizzazione e sul segno; il messaggio viene effettuato grazie al corpo e percepito tramite la vista. 

23 settembre: Giornata Internazionale delle Lingue dei Segni

Per far conoscere l’importanza di questa lingua e i diritti e i bisogni dei sordi e dei sordomuti le Nazioni Unite hanno stabilito, a partire dal 2018, che ogni 23 settembre sia celebrata la Giornata Internazionale delle Lingue dei Segni. Questa giornata cade durante la Settimana Internazionale del Sordo 2021, che si svolgerà dal 20 al 26 settembre: una settimana che culminerà, il 26 settembre, con la Giornata Mondiale del Sordo. Ciascuno stato possiede un diverso sistema di segni, così come accade per qualsiasi lingua. In Italia, ad esempio, è conosciuta come LIS (Lingua dei Segni Italiana).

L’intervista a Luciano Barbarisi

Per scoprirne di più in merito, anche per quanto riguarda le opportunità lavorative, ARES ha intervistato Luciano Barbarisi, docente del corso LIS erogato da ARES, Commissario SEP presso la Regione Campania per gli esami di interpreti LIS ed ex Presidente Nazionale dell’Associazione Interpreti.

L’intervista completa a questo link.

Articoli correlati