Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Povertà: 17 ottobre

Giornata Internazionale per l'Eliminazione della Povertà

Domenica 17 ottobre si celebra la ventinovesima edizione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Povertà. Il ruolo della Scuola è fondamentale 

Questa importante ricorrenza è stata voluta ed istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, tramite la Risoluzione A/RES/47/196 del 22 dicembre 1992. La Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Povertà contrastare ed eliminare la povertà con misure ad hoc e sensibilizzando l’opinione pubblica su questa fondamentale questione. 

Perché la Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Povertà si celebra il 17 ottobre?

Il presbitero francese Joseph Wresinski radunò una folla immensa a Parigi, il 17 ottobre 1987, per inaugurare una lapide per ricordare le vittime causate dalla povertà. Davanti ad una folla di 100mila persone assiepate al Trocadero, fu letto il testo inciso sulla lapide: 

Laddove gli uomini sono condannati a vivere nella miseria, i diritti dell’uomo sono violati. Unirsi per farli rispettare è un sacro dovere”. 

La povertà, quindi, da quel momento è considerata come una vera e propria violazione dei diritti umani.

Cosa può fare la scuola?

Nell’Agenda ONU 2030 il primo obiettivo di sviluppo sostenibile è proprio il contrasto alla povertà. La Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza prevede, tra gli obblighi legalmente vincolanti per gli stati contraenti, la promozione e il rispetto dei diritti dei minori. Considerati come i soggetti maggiormente minacciati dalla condizione di povertà.

Una condizione che può comportare, come situazioni accessorie, condizioni di impiego gravose e pericolose, alloggi malsani, assenza di alimentazione adeguata, una giustizia iniqua, mancanza di peso nelle decisioni politiche, mancanza di cure sanitarie. 

É dalla scuola che tutto può cambiare, perché è tra i banchi scolastici che si formano le giovani menti di chi un giorno guiderà il nostro paese, e non solo.