Effetti dell’emergenza sanitaria nella scuola

Conversione DL Agosto e DPCM 13/10/2020

La conversine in Legge 126/2020 del DL 104/2020 (cd. DL Agosto), accompagnata dal DPCM del 13 ottobre (valido fino al 13/11/2020) ha introdotto importanti novità nella sezione Scuola del Comparto Istruzione & Ricerca.

Cominciamo, però, dal maggior problema irrisolto, ovvero la disciplina dei cd. lavoratori fragili; questi lavoratori continuano a non avere nessuna specifica tutela e sono soggetti alle automatiche riduzioni di stipendio previste in caso di superamento delle soglie del periodo di comportose non potranno svolgere mansioni alternative e verranno collocati dal medico in interdizione dal lavoro.  Nonostante le ripetute richieste e proteste provenienti dalle OOSS, il governo non ha voluto riconoscere e tutelare questo particolare status, continuando ad assimilare questa nuova categoria ai lavoratori inidonei, determinando un’ingiusta penalizzazione

Le nuove norme reintroducono alcune disposizioni che avevano già riguardato la scuola durante la prima ondata dell’epidemia di covid19:

  • Sospensione delle visite didattiche, viaggi di istruzione e iniziative di scambio o gemellaggio, escluse la attività PCTO (ex Alternanza Scuola-Lavoro) purchè svolte con tutte le garanzie di sicurezza e distanziamento fisico fra i partecipanti
  • Possibilità di svolgere le riunioni degli organi collegiali in modalità online nel caso non garantito il distanziamento fisico e, quindi, la sicurezza del personale

Sono state confermate le misure stabilite dal Protocollo per l’ordinato avvio e regolare svolgimento dell’anno scolastico 2020/2021, ovvero:

  • Uso di mascherine all’aperto e al chiuso, tranne nel caso in cui sia possibile garantire la distanza di sicurezza
  • Non ammissione a scuola degli alunni e del personale con infezioni respiratorie e/o con febbre maggiore a 37,5°
  • Obbligo di apporre segnaletica con le misure di prevenzione da adottare all’interno delle IISS
  • Obbligo di fornire dispenser con soluzioni disinfettanti per l’igiene delle mani
  • Obbligo di effettuare le attività di pulizia e igienizzazione necessarie, dopo ogni uso dei locali scolatici

Assenze del personale
Particolare attenzione deve essere posta sul tema delle assenze e relativo trattamento:

  1. Quarantena del figlio convivente e minore di 14 anni – si prevede, per tutta la durata del periodo di quarantena, disposto dal Dipartimento di prevenzione della ASL competente per territorio a seguito di contatto verificatosi a scuola o in altri contesti frequentati dal minore:
    la possibilità di Lavoro Agile o l’accesso al Congedo Straordinario (NB – sempre se non è possibile il lavoro agile, come ad esempio i CS), per uno solo dei genitori, con un’indennità al 50% della retribuzione, in regime di contribuzione figurativa, tale congedo potrà essere fruito entro il 31/12/2020.
  2. Sospensione dell’attività didattica – in questo caso è previsto il ricorso al Lavoro agile, esclusi i CS.  E’ una disposizione che esclude il Lavoro Agile per i dipendenti delle IISS.
    “Al personale scolastico e al personale coinvolto nei servizi erogati dalle istituzioni scolastiche in convenzione o tramite accordi, non si applicano le modalità di lavoro agile di cui all’articolo 263 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34 tranne che nei casi di sospensione delle attività didattiche in presenza a seguito dell’emergenza epidemiologica
  3. Sospensione dell’attività didattica – non trova più applicazione la clausola risolutiva automatica, prevista per i supplenti cd. covid ex Art. 231bis, che rimarranno in “servizio”, come precisato anche nel chiarimento della Nota MI prot. 1870 del 14 ottobre 2020.
  4. Assenze dei lavoratori fragili[1] – vengono equiparate a quelle per ricovero ospedaliero e, quindi, vanno esenti da trattenute ma rientrano nel calcolo ai fine del periodo di comporto. Non è comunque possibile monetizzare le ferie non fruite a causa di tali assenze.
  5. Quarantena e assenze per malattia da covid19 – il periodo di assenza è equiparato a quello per ricovero ospedaliero, è esente da trattenute ed è espressamente previsto che non venga considerato nel periodo di comporto.
  6. Assenze in attesa dell’esito del tampone e Assenze per convivenza con persona positiva – come per il caso 5 con la specifica che ial personale interessato non può essere richiesto, durante questo tipo di assenza, di svolgere lavoro agile o, per i docenti, didattica a distanza.

Concorso D.S.G.A.
Nelle regioni dove non è terminato entro il 31 Agosto l’iter del concorso, le immissioni in ruolo dei vincitori potranno essere effettuate, a seguito dell’approvazione delle graduatorie di merito, entro il 31 dicembre 2020, sempre nei limite del numero dei posti autorizzati dal MEF per l’anno scolastico 2020/21.
Dalla data della presa di servizio dei vincitori di concorso saranno revocate le eventuali reggenze a personale a T.I. e gli incarichi di DSGA facente funzione ad assistenti amministrativi. Resteranno in servizio, invece, gli AA a T.D. nominati per sostituire i colleghi con incarico di FF.

Inoltre, a decorrere dall’anno scolastico 2021/2022, i posti di DSGA rimasti vacanti e disponibili, dopo le operazioni di mobilità e di immissione in ruolo saranno destinati a ulteriori immissioni in ruolo (nel limite delle quantità che saranno autorizzate dal MEF).  In pratica i vincitori ed idonei (il cui limite è stato innalzato dal 30 al 50% dei posti messi a bando nelle singole regioni) potranno presentare domanda per i posti residuati in una o piu’ regioni con madalità e termini che saranno indicate dal MI con successivo Decreto, da emanare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del DL 104/2020.


[1] La norma si applica solo per gli immunodepressi, affetti da malattie oncologiche, in caso di terapie salvavita e per disabilità grave (Art. 3 c. 3 Legge 104/1992)

Related Articles