Il 3 maggio con il Progetto Small song big Island partirà la rassegna “Echi delle distanze” che vedrà convogliare a Procida musicisti provenienti da ogni parte del mondo

Tahiti, Papua Nuova Guinea, Sicilia, Sardegna, Mauritiuus, Madagascar, Taiwan, sono solo alcune delle isole da cui partiranno gli attivisti e gli artisti di caratura nazionale e internazionale che arriveranno a Procida per inaugurare Echi delle distanze, la rassegna che vedrà concerti, laboratori musicali e incontri di discussione consumarsi tra le spiagge dell’isola, tra i moli, i belvederi, i giardini e le piazzette.

Small song big island: di isola in isola

Ad aprire la manifestazione gli artisti giunti attraverso il progetto Small song big island.

Le personalità che aderiscono all’iniziativa hanno tutte un’origine isolana.

Smalll song big Island nasce infatti allo scopo di valorizzare la realtà dell’isola combattendo lo spopolamento e la scomparsa delle terre, fenomeni legati all’innalzamento delle maree.

Essi si propongono nel dettaglio di ridare vita alle sonorità locali, sottolineare il ruolo della donna rispetto al passato e soprattutto sensibilizzare e svolgere azioni concrete per combattere la crisi ambientale e il cambiamento climatico che minacciano di distruggere il pianeta.

 4-8 maggio 2022: il programma della settimana

Selina, già ambasciatrice delle Isole Marshall nel film “Before the Flood” prodotto da Leonardo Di Caprio, sarà protagonista il 4 maggio con un intervento sulle delicate tematiche ambientali.

Il 5 maggio all’alba sulla Spiaggia della Lingua con le sonorità ancestrali delle isole Mauritius, la cantautrice e attivista Emlyn si esibirà assieme alla cantante e bassista Putad, la cui vocalità unisce le antiche tradizioni del popolo Amis con una ruvida attitudine rock.

Si continuerà poi con i concerti di Sauljaljui, musicista appartenente alla tribù indigena Paiwan, nel sud di Taiwan, e del polistrumentista malgascio Sammy.

Il 7 maggio alla Marina Grande si terrà il concerto collettivo dove le danze, le musiche e le composizioni interagiranno con le immagini del film dedicato al progetto Small island big song, a cura di Tim Cole, regista e sceneggiatore.

La pima settimana di Echi delle distanze si concluderà l’8 maggio con l’esibizione della violoncellista Julia Kent, autrice della colonna sonora (premiata) del film “stories from the sea” che sarà proiettato a fine concerto.

La pellicola vede tre protagonist femminili, legate in un rapporto indissolubile col Mediterraneo.

Questo è solo un primo assaggio della rassegna che si protrarrà fino a fine anno nella perfetta cornice di Procida Capitale italiana della Cultura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.