Docenti. Dal 1° aprile i non vaccinati, che si attestano oltre i 3.000, torneranno a scuola con altre mansioni.

Docenti, dal 1° aprile i non vaccinati potranno tornare a scuola ma con altre mansioni. L’obbligo vaccinale resta per il personale docente fino al 15 giugno 2022.

Infatti, l’articolo 8 del Decreto Riaperture conferma, fino al 15 giugno, l’obbligo vaccinale per il personale scolastico per tutti i gradi d’istruzione e per tutti i livelli.

Gli inadempienti sono, attualmente, interdetti non solo dall’attività lavorativa in contatto con gli alunni, ma sono interdetti anche dal presentarsi negli edifici scolastici.

Nello specifico, in caso di mancata presentazione della documentazione e di inosservanza dell’obbligo vaccinale il personale docente ed educativo non adempiente sarà utilizzato in attività di supporto all’istituzione scolastica.

Ricordiamo che, per tornare in classe, secondo il decreto pubblicato, i docenti dovranno produrre la documentazione provante “l’effettuazione della vaccinazione oppure l’attestazione relativa all’omissione  o  al  differimento  della  stessa, ovvero la presentazione della richiesta di vaccinazione da eseguirsi in un termine non superiore a venti  giorni dalla  ricezione  dell’invito,   o  comunque l’insussistenza  dei presupposti per l’obbligo vaccinale”.

Come dicevamo, dal 1° aprile potranno tornare a scuola ma avranno mansioni diverse, non meglio specificate al momento in cui scriviamo. Una stima riporta che al 23 marzo i non vaccinati sono oltre 3.000.

Di questi, 2 mila sono di ruolo e mille non di ruolo.