News, NORMATIVA

Covid. Da settembre due piani di azione per l’utilizzo delle mascherine a scuola

Covid. Da settembre due piani di azione per l’utilizzo delle mascherine a scuola

Articolo di Sara Barone

Abbiamo ormai da tempo imparato a convivere con le infezioni da SARS-CoV-2, ovvero, con quello che più comunemente viene definito Covid. Sono state adottate misure più o meno contenitive in ogni ambito della nostra vita, specialmente nei luoghi di maggior impatto quali possono essere, per l’appunto, le scuole.

Non c’è da stupirsi infatti se, a seguito di tutte le direttive che sono variate durante l’arco di questi due anni di pandemia, tra banchi a rotelle e distanze di sicurezza, anche per quest’anno ci attenderanno nuovi sistemi di contenimento per poter favorire il rientro a scuola nel migliore dei modi possibili.

Quali saranno le nuove norme in materia dell’utilizzo delle mascherine?

Ebbene, primo fattore di rilevante importanza è proprio questo. L’Istituto Superiore di Sanità si è infatti subito espresso relativamente all’utilizzo dei dispositivi di protezione a scuola, pubblicando per il prossimo anno scolastico 2022/23 le “Indicazioni strategiche ad interim ai fini di mitigazione delle infezioni da SARS-CoV-2 in ambito scolastico”, valide per gli istituti scolastici di primo e secondo ciclo di istruzione.

Secondo quanto stabilito dall’ISS, si avranno dunque due piani di azione.

  • Inizialmente, si terrà conto dello stadio epidemiologico in corso, ovvero dello stato in cui versa il nostro paese all’inizio delle scuole
  • Successivamente, a seconda dei cambiamenti dell’evoluzione epidemiologica, si andranno a introdurre o eliminare direttive, seguendo il flusso attuale degli eventi.

Le regole di base, da attuare già da settembre saranno nello specifico:

  • Presenza a scuola solo se senza sintomi di alcun genere né test positivo al Covid
  • Sanificazione periodica ordinaria e straordinaria (qualora fosse rilevato un caso positivo)
  • Igiene costante personale e istituzionale, con continuo ricircolo di aria esterna
  • Gestione corretta dei sospetti positivi, dei positivi confermati e dei contatti

Appare importante notare poi che, per quanto concerne l’uso delle mascherine di protezione, queste verranno imposte solo al personale scolastico e alunni ritenuti più a rischio di sviluppare forme gravi di malattia, lasciando libera facoltà di scelta per i ragazzi, docenti e collaboratori scolastici che invece non risultano all’interno di questa categoria sensibile.

Cambiano, tuttavia, le regole nei casi di emergenza, in quanto verranno ampliate le misure di prevenzione. In particolare si avrà necessità di maggior distanziamento (almeno 1 metro se le condizioni lo permettono), eliminazione dei momenti di possibile assembramento, misure di prevenzione più restringenti anche nei momenti di laboratorio e attività extracurricolari, sanificazione straordinaria più frequente soprattutto degli ambienti comuni come le palestre, mense con pasti a turnazione, merenda al banco e, ultimo ma non meno importante, utilizzo della mascherina FFP2 per tutti, personale docente e alunni.

Resteremo come sempre aggiornati più avanti anche per quanto concerne le scuole dell’infanzia.

Back to list

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.