Scuola PSB Consulting augura a clienti, partner e lettori un felice 1° Maggio, felice festa dei lavoratori

Come ogni anno, il 1° maggio, si celebra la giornata dedicata ai lavoratori di ogni parte del mondo.

Perché si festeggia?

Le radici della festa dei lavoratori affondano alla seconda metà del 19° secolo. In un periodo di effervescenza sindacale, per la prima volta negli Stati Uniti d’America (in particolare, nello stato del Illinois) gli operai delle fabbriche iniziano a reclamare i propri diritti in quanto lavoratori, ingranaggio fondamentale dei sistemi produttivi industriali.

Si tratta del periodo immediatamente successivo alla Rivoluzione industriale americana, dove migliaia di lavoratori (locali e immigrati) si riversavano nelle nascenti realtà urbane per scappare dalla miseria delle aree rurali e dei loro paesi d’origine. La crescente necessità di manodopera nell’industria pesante non garantisce però condizioni di vita dignitose per i lavoratori. Gli operai dovevano sottostare a turni massacranti, senza alcuna garanzia di sicurezza e senza alcuna unione sindacale che potesse rivendicarne i diritti.

Proprio la città di Chicago, in Illinois, varò la prima legge sulle otto ore lavorative giornaliere. Questa legge entrò in vigore soltanto l’anno dopo, il 1º maggio 1867, e da allora – in questa data – si organizza un’importante e seguita manifestazione. Il primo anno, stando alle cronache dell’epoca, l’evento fu animato da ben diecimila partecipanti.

L’istituzione della Giornata Internazionale

Per la proclamazione ufficiale del 1° Maggio come Festa Internazionale dei Lavoratori bisogna attendere il 1889.  A seguito del Congresso Internazionale di Parigi – lo stesso che diede il via alla Seconda Internazionale – il primo giorno di maggio diviene ufficialmente la Festa Internazionale dei Lavoratori, finalmente adottata da molti paesi nel mondo.

I Concertoni del 1° maggio

Per quanto riguarda l’Italia, a partire dal 1990, i sindacati confederali (CGIL, CISL e UIL) organizzano – in collaborazione con il comune di Roma – un grande concerto per celebrare il primo maggio. L’iniziativa, rivolta soprattutto ai giovani – è diventata una tradizione tutta italiana. Negli ultimi anni la manifestazione è andata a rilento a causa dell’emergenza Covid. Ora, l’evento principale torna quest’anno Roma, in piazza di San Giovanni in Laterano. Come di consueto, dal pomeriggio a notte fonda, sul palco costruito ad hoc si alterneranno diversi gruppi musicali e cantanti. L’evento è atteso e seguito da centinaia di migliaia di persone, sintonizzate in diretta televisiva sui canali Rai.

Quest’anno, la conduzione della serata è affidata alla conduttrice e cantante Ambra Angiolini.

Altre “concertoni” importanti si terranno in diverse città italiane, da Taranto a Milano.

1° Maggio - immagine da: Welfarenetwork.it
immagine da: Welfarenetwork.it

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità, le promozioni e le notizie di Scuola PSB Consulting, iscriviti ai nostri canali FacebookInstagramLinkedInTelegram e alla newsletter.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.